Parrocchia Cristo Re - Diocesi Rossano Cariati


Vai ai contenuti

Menu principale:


Il Parroco

Il Parroco

IL PARROCO
DON MOSE' CARIATI


Don Mosè Cariati è nato a Longobucco (CS) il 10.11.1965.
Entrato nel Seminario Arcivescovile di Rossano (CS) nel 1977, conseguendo la sua formazione spirituale e culturale.
Ha continuato gli studi presso la Facoltà di Filosofia e Teologia a Catanzaro.
Ordinato sacerdote il 29 dicembre 1991 per la preghiera consacratoria e l'imposizione delle mani di S.E. Mons. Serafino Sprovieri.
Fu subito nominato vicerettore del Seminario Arcivescovile di Rossano (CS) fino al giugno del 1994.
Il 4 settembre dello stesso anno fu nominato parroco presso la Parrocchia di San Giovanni Battista in Mirto-Crosia (CS) dove ha svolto il suo ministero sacerdotale fino al 7 ottobre 2007 e da martedì 9 ottobre 2007 svolge il suo apostolato nella nuova parrocchia di Cristo Re in Cariati (CS).

INSEDIAMENTO NUOVO PARROCO
CHIESA "CRISTO RE"




DON MOSÈ CARIATI
DA “SAN GIOVANNI BATTISTA” A “CRISTO RE”


di Maria Scorpiniti

Don Mosè Cariati è parroco dal 9 ottobre 2007 della parrocchia più numerosa della cittadina, quella di “Cristo Re”. Nativo di Longobucco, per 13 anni è stato parroco di “San Giovanni Battista”, in Mirto Crosia. È un sacerdote volenteroso, instancabile, inserito bene nel nostro contesto sociale. La sua opera pastorale abbraccia vari settori: la famiglia, i giovani, gli ammalati, i bambini. La parrocchia, da sempre, si è distinta per l’opera di evangelizzazione e per le iniziative di solidarietà in favore degli “ultimi” ed in particolare degli emarginati e degli immigrati. Nel dicembre 2011, in occasione del 20esimo anniversario della sua ordinazione sacerdotale, ha inaugurato la mensa dei poveri, che è attiva per tre giorni settimanali, oltre al centro di solidarietà; nello stesso giorno è stata posta la prima pietra per la costruzione della nuova chiesa di contrada Tramonti, i cui lavori sono in dirittura d’arrivo. Lo ricordiamo in prima linea con i suoi volontari nell’accoglienza dei profughi, sbarcati per due volte sulle nostre coste. Per quanto riguarda l’attenzione agli ammalati, don Mosè si reca frequentemente a trovarli nelle loro abitazioni per portare una parola di conforto e, ogni domenica, manda ministri straordinari dell’eucarestia. È docente di Religione Cattolica presso il locale istituto Ipsia - Iti -Alberghiero. (M.S.)


Torna ai contenuti | Torna al menu